Saranno sufficienti 110 umani per colonizzare marte

Saranno sufficienti 110 umani per colonizzare marte

Secondo uno studio, almeno 110 umani sarebbero necessari per iniziare una nuova civiltà su Marte. Tale numero garantirebbe la produzione di strumenti e materie prime sufficienti prima che le scorte si esauriscano

Man mano che il nostro pianeta va sempre più velocemente verso il collasso ambientale, si inizia a sentire la pressione per acquisire una proverbiale Terra 2.0.
Visto il nostro tasso di avanzamento tecnologico, è ragionevole che entro il secolo avverrà un forte sforzo per raggiungere Marte, il nostro vicino planetario.

Nel film The Martian del 2015, Matt Damon interpreta un colonizzatore rimasto bloccato da solo su Marte. L’esperto di spazio, il professor Jean-Marc Salotti, ha stimato che avrebbe potuto creare una casa permanente se avesse avuto 109 colleghi. L’ingegnere aerospaziale, presso il National Polytechnic Institutes in Francia, utilizzava un modello matematico per determinare “la fattibilità della sopravvivenza su un altro pianeta e l’autosufficienza”. Quindi la sopravvivenza dipenderà dall’accesso alle risorse naturali, dalle condizioni di lavoro e da altri “presupposti”.

Le due principali categorie analizzate da Salotti erano la logistica dell’organizzazione interna delle forniture e le questioni ingegneristiche perché tutti vivranno in una grande bolla. Inoltre, sono state prese in considerazione le condizioni di vita accettabili, le scelte agricole, l’industria, il sistema sanitario, la distribuzione e l’organizzazione delle risorse. Il programma SpaceX del miliardario americano Elon Musk spera di riuscire a colonizzare Marte molto presto. Il Pianeta Rosso si trova ad una distanza media di circa 225 milioni chilometri dalla Terra.

Negli studi del professor Salotti, sono state paventate situazioni e ipotesi in cui il supporto dalla Terra possa essere interrotto per vari motivi, come ad esempio una guerra. In quelle circostanze le risorse sarebbero scarse, a meno che i coloni possano stabilire una repubblica marziana indipendente. Se questo numero così basso di coloni si dimostrasse azzeccato, le possibilità di sopravvivenza su un altro pianeta potrebbero essere meno complicate del previsto. Se l’organizzazione dei coloni sarà adeguata, la sopravvivenza su Marte potrebbe essere possibile.

E se fosse possibile, voi vi candidereste? Fatecelo sapere nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.