Il gigante radiotelescopio fissa la data per la caccia agli ET

Il gigante radiotelescopio fissa la data per la caccia agli ET

La Cina ha annunciato quando il suo telescopio FAST da 500 metri inizierà a cercare una vita aliena intelligente

Situato nel sud-ovest della provincia cinese di Guizhou, il telescopio sferico Aperture (FAST), largo 500 metri, è costato 180 milioni di dollari e ha una dimensione di circa 30 campi da calcio. L’enorme telescopio è quasi due volte più grande del precedente detentore del record – l‘Osservatorio Arecibo di Porto Rico – ed è dieci volte più sensibile del telescopio tedesco Effelsberg.

La Cina fornirà presto un contributo significativo alla ricerca della vita extraterrestre. Il telescopio è entrato ufficialmente in servizio per la scienza generale a gennaio , ma è nel bel mezzo di aggiornamenti che potrebbero ridurre le interferenze e aiutare nella ricerca. Il capo scienziato Zhang Tongjie ha sottolineato che la ricerca non dovrebbe interrompere le normali missioni scientifiche. Nonostante ci siano alcuni “interessanti segnali extraterrestri a banda corta candidati ad essere vagliati”, Zhang ha anche sottolineato che è improbabile che provengano da una vita intelligente. In genere, i segnali radio distintivi provengono da pulsar o lampi radio veloci e casuali . Tuttavia, se ci saranno alieni che trasmetteranno segnali radio e abbastanza vicini da consentire di riceverli, il lavoro di FAST aumenterà le possibilità di riceverli.

Sarà davvero molto interessante vedere quali informazioni riuscirà a raccogliere. Ora, secondo il quotidiano statale Science and Technology Daily, la caccia cinese ai segni dell’intelligence extraterrestre dovrebbe iniziare nel settembre del 2020.
FAST è un balzo in avanti per la presenza dell’Asia nella radioastronomia e forse nel SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence, ovvero Ricerca di Intelligenza Extraterrestre).

Michael Michaud, autore del libro Contact with Alien Civilizations: Our Hope and Paears about Encountering Extraterrestrials (Contatti con le civiltà aliene: le nostre speranze e paure sull’incontro con extraterrestri) del 2007, ha dichiarato a Space.com che “La maggior parte dei settori scientifici era stata dominata da americani e altri occidentali dalla fine della seconda guerra mondiale. La Cina ora li sta raggiungendo e in alcune aree, li sta addirittura superando. La Cina ha già le risorse per diventare la nazione leader al mondo in diversi campi della ricerca scientifica e dello sviluppo tecnologico”.

La Cina ha un vasto bacino di talenti scientifici e ingegneristici, ha detto Michaud. La nazione ha anche un governo autoritario che può comandare risorse a piacimento, senza affrontare una significativa opposizione politica. Soprattutto è l’autorità del Partito comunista cinese, i cui leader dominano il processo decisionale. Il telescopio FAST non esisterebbe senza l’approvazione del Partito, ha affermato.

Detto questo, se ci sono segnali là fuori, FAST avrà sicuramente la possibilità di raccoglierli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.