Grande cerchio neolitico vicino a Stonehenge

Grande cerchio neolitico vicino a Stonehenge

Il sito dei pilastri di Durrington a soli tre chilometri da Stonehenge ha un diametro di circa 2 km

La struttura neolitica, oggi ritenuta la più grande nel suo genere in Gran Bretagna, risalirebbe a 4500 anni fa. Durrington Shafts che in inglese si traduce come “i pilastri di Durrington, è composto da una serie di pozzi molto profondi che molto probabilmente furono costruiti per guidare le persone presso le mura di un luogo sacro che doveva trovarsi al suo centro. Ognuno di questi pozzi ha una profondità di circa cinque metri e un diametro di dieci; si pensa che i i suoi costruttori neolitici fossero abili architetti capaci di allinearli in maniera molto precisa.

Secondo il professor Vincent Gaffney, uno dei principali archeologi coinvolti nella scoperta, le comunità neolitiche costruivano queste particolari strutture monumentali per trasmettere conoscenze e credenze cosmologiche e Stonehenge doveva essere un luogo molto importante fra i tanti. Lo sforzo per scavare i pozzi nei quali apporre i pilastri, doveva essere davvero notevole. I loro strumenti erano solo pietre, legno e ossa, nulla di più.

A differenza di Stonehenge, che è stato costruito per allinearsi con precisione ai solstizi estivi e invernali, i pilastri di Durrington, secondo l’archeologo, sembrano avere una relazione con il cosmo.

E voi, siete mai stati sul sito di Stonehenge? Cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.